Carenza di leadership, nel presente e nel futuro

Il Center for Creative Leadership ha pubblicato lo scorso giugno un paper molto interessante: The leadership gap.

Le domande a cui si è cercato di rispondere sono:

  1. Quali capacità e prospettive sulla leadership sono critiche per il successo ora e nel futuro?
  2. Quanto sono preparati gli attuali leader in queste capacità e prospettive?
  3. Quanto è allineato il profilo attuale dei leader con quelle che saranno le capacità e le prospettive richieste nel futuro?

E lo si è fatto intervistando 2200 persone provenienti da 15 organizzazioni, tra il 2006 e il 2008.
Ecco le conclusioni a cui giunge lo studio.

Un deficit di leadership può avere una di queste due cause:

  • i leader si concentrano sulle giuste competenze, ma non riescono ad ottenerle in grado sufficiente
  • i leader si concentrano sulle competenze sbagliate

Nel primo caso il problema è di gradazione, nel secondo di sostanza.

Sette abilità relative alla leadership sono viste come le più importanti oggi e nel futuro. Sono le capacità di:

  • guidare i collaboratori
  • pianificare strategicamente
  • ispirare impegno
  • gestire il cambiamento
  • ingegnosità
  • apprendimento rapido
  • agire, costi quel che costi

I leader mancano delle capacità per essere efficaci oggi.

Delle prime cinque abilità necessarie solo l’ingegnosità è presente tra le prime 10 abilità possedute attualmente dai leader.

Questo è ciò che CCL chiama il “deficit di leadership attuale”.

I leader non sono adeguatamente preparati per il futuro.

Le attuali capacità sono insufficienti per soddisfare la richiesta di leadership del futuro.

Le quattro skill più importanti per il futuro sono tra le competenze più deboli dei leader del presente.

Il gap di leadership, quindi, appare nelle aree ad alta priorità e ad alto interesse.

Altre aree in cui si ritrova una carenza significativa sono lo sviluppo dei collaboratori, il bilanciamento tra vita personale e lavoro e l’essere determinanti e risolutivi.

Alla fine dello studio vengono presentate note e suggerimenti per sviluppare alcune di queste aree chiave, su cui tornerò nei prossimi giorni.

4 commenti
  1. Mario Gastaldi dice:

    Luca, questo è davvero un argomento fondamentale.
    Mi sto occupando di “management del futuro” – (credo che il futuro sia già qua) – e di come i ragionamenti dovrebbero indirizzarsi. Qui un post sul pensiero manageriale di Gary Hamel: .
    Alcune delle sfide per i managers/leaders possono apparire addirittura provocatorie. La buona notizia è che, nel mio lavoro, sto trovando molti managers estremamente sensibili. E per chi vede le sfide come provocazioni, ben vengano gli spunti per la riflessione, come quelli che tu lanci continuamente.

  2. Luca Baiguini dice:

    Grazie Mario.
    Devo dire che anch’io trovo terreni fertili, in questi ultimi tempi. Effetti collaterali della crisi?

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Carenza di leadership, nel presente e nel futuro dal blog di Luca Baiguini, che fa una semplice domanda: I leader sono pronti per guidare? […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.