Addio alle etichette

È tempo di dire addio alle etichette. Lo sostiene Seth Godin sul suo blog.
Diventa sempre più difficile nelle organizzazioni definire ruoli statici, job description vincolanti.
Le persone si abituano a portare cappelli diversi.
E se questo da un lato rende tutto più complesso, dall’altro apre le porte a nuove opportunità.
Il post di Seth Godin si conclude così:

    Se la sola ragione per cui stai indossando un solo cappello è che ha sempre indossato un solo cappello, questa non è una buona ragione.

Mi sembrano conclusioni in linea con l’ultima parte dell’intervista a Drew Gilpin Faust di cui ho riportato alcuni brani ieri.
E questo impatta sui concetti stessi di carriera e di self branding, ma anche sull’identità delle organizzazioni, specie di quelle che offrono servizi.
Credo, ma qui mi interessa molto la vostra opinione, che si tratti di pensare, agire e comunicare le proprie capacità ad un livello di pensiero superiore.
Il difficile è conciliare la generalità delle competenze con l’efficacia della comunicazione delle stesse, che implica una certa precisione.
Proprio in questi giorni mi sono trovato a dover spiegare che cosa fa Mindpoint.
I progetti che abbiamo messo in campo in questi anni vanno da un progetto per la comunicazione del rischio occupazionale alla fornitura di contenuti per un progetto editoriale alla formazione fino all’organizzazione di eventi di team building.
Qual è il filo rosso?
E come comunicarlo?
Forse la nostra specificità è quella di comprendere con profondità le esigenze del cliente e di attivare un network di risorse che possono veicolare queste esigenze.
Certo, non è facile farlo comprendere senza apparire dei tuttologi.
Suggerimenti?

2 commenti
  1. Luigi Mengato dice:

    Buongiorno Luca,
    … “pensare, agire e comunicare le proprie capacità ad un livello di pensiero superiore” ….
    Per raggiungere il “livello superiore” di cui tu parli penso sia importante concentrarsi non tanto su “cosa” abbiamo fatto, ma su “come” lo abbiamo fatto.

  2. Luca dice:

    Luigi, è esattamente quello a cui pensavo e che tu hai riassunto in maniera chiara e precisa.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.