Il potere delle storie

Su Mente & Cervello di ottobre, un articolo di Jeremy Hsu sullo storytelling e sull’influenza delle storie sull’evoluzione sociale e culturale, e sulle basi biologiche di questa influenza.

I concetti chiave:

  • Il raccontare storie è un tratto umano universale, comune a tutte le culture. Ed anche alcuni temi attraversano trasversalmente tempo e spazio. In particolare, Patrick Colm Hogan ha individuato tre prototipi narrativi che sembrano fare da trama a ben due terzi delle storie analizzate: lo scenario romantico, lo scenario eroico e lo scenario sacrificale (con al centro l’abbondanza dei raccolti contrapposta alla carestia, e la redenzione della società).
  • Queste caratteristiche , e la nostra naturale attrazione nei riguardi delle storie, ci raccontano qualcosa circa la nostra storia evolutiva e sulle radici profonde delle emozioni e dell’empatia
  • Studiando il potere delle storie nell’influenzare le nostre convinzioni, i ricercatori stanno scoprendo informazioni interessanti sul come noi analizziamo le informazioni e accettiamo o respingiamo nuove idee.

È un tema davvero interessante, anche nell’ottica del potere persuasivo che rivelano le storie, e del loro uso in senso formativo e di change management.

Del resto, già Robert Dilts, nel suo modello dei “livelli di pensiero“, ha illustrato come la comunicazione di cambiamenti che riguardano valori, convinzioni, identità, livello spirituale richiedono un linguaggio che utilizzi simboli, metafore, miti. Tutti elementi che soltanto una comunicazione che faccia ampio uso di storie può veicolare.


Sul tema del public speaking e di come costruire una strategia di comunicazione in pubblico ho scritto un libro: Designing Presentations. Più informazioni qui

 

Post correlati:

Storytelling

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.