Da mettere in valigia

In questo post ho sollecitato suggerimenti su alcune buone letture per questi giorni di vacanza.

Ecco i consigli che sono arrivati:

Nemesi. La fine dell’America
di Johnson Chalmers
(suggerito da Sebastiano)

Le 48 leggi del potere
di Robert Greene
(suggerito da Valter)

Chi ha spostato il mio formaggio?
di Spencer Johnson
(suggerito da Claudia)

L’ultima lezione: la vita spiegata da un uomo che muore
di Randy Pausch
(suggerito da Michele)

Baffi
di Emmanuel Carrère
(suggerito da Alessandro)

O meglio o niente
Come si vince la mediocrità e si raggiunge l’eccellenza
di Jim Collins

Ridisegnare l’impresa
Quando la mappa cambia il paesaggio
di Richard Normann
(suggeriti da Andrea)

La danza delle falene
di Brian Freeman
(suggerito da Lavalee)

Il manuale del coach
di Robert Dilts
(suggerito da me)

Leadership, il potere di una vita creativa
di Rick Joyner

Gioco di squadra. Come un gruppo di lavoro può diventare una squadra eccellente.
di Gian Piero Quaglino e Claudio Cortese
(suggeriti da Silvia)

Frammenti di un discorso amoroso
di Roland Barthes
(suggerito da Sara)

Direi che ce n’è per soddisfare i più diversi gusti e curiosità.

1 commento
  1. silvia dice:

    Del libro su Quaglino mi è piaciuta l’attenzione sul coordinamento, cioè sulla funzione, anzichè sul coordinatore, la persona. Ho visto che hai segnalato Rich Joyner, l’ho trovato alla libreria Croce e mi è sembrato molto buono. l’ho quasi finito di leggere. Teoricamente ho tutte le qualità per essere un buon leader, praticamente non lo sono. non ho capito il perchè, dov’è il gap. In ogni caso sto mettendo su un comitato per i vincitori del nostro concorso, mi sono fatta coraggio dopo aver letto il libro. 😉

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.